Mazzini Society

Ulti Clocks content
Presentazione Dott. Ugo Zampetti PDF Stampa E-mail

copertina_libro

PRESENTAZIONE

Questa raccolta di saggi storici vuole essere il regalo affettuoso che gli amici di Giuliana Limiti, italiani e stranieri, hanno inteso dedicarle in occasione del suo ottantesimo compleanno.

I nomi di coloro che vi hanno contribuito sono sufficienti a dare la misura dell'autorevolezza scientifica ed accademica che caratterizza que­st'opera, il cui titolo è, non a caso, Mazzini compagno di vita. In effetti il pensiero e l'opera di Giuseppe Mazzini hanno sempre rappresentato per Giuliana il vero centro di gravità della sua attività di storica e di studio­sa; da essi ha tratto innanzitutto l'intransigenza morale della coerenza tra il pensiero e l'azione, così come il suo appassionato attaccamento alle istituzioni della Repubblica. In tale ottica, il rapporto tra l'educazione e la politica è stato il perno dei suoi interessi culturali ed il motivo unifi­cante della sua poliedrica attività, nella quale si è realizzata una sintesi assai significativa tra l'impegno al servizio del Parlamento, la docenza uni­versitaria, la ricerca storico-pedagogica, la professione archivistica.

A me, che non sono né uno storico né uno studioso di pedagogia, spetta l'onore di aprire il volume, portando la testimonianza dell'amicizia e della lunga consuetudine che mi legano a Giuliana, sin da quando tra noi si instaurò agli inizi degli anni '80 una proficua ed intensa collabora­zione, destinata a rafforzarsi nel tempo, essendo io allora giovane funzio­nario parlamentare, appena nominato Segretario della Commissione Istru­zione e belle arti, e lei responsabile per il Servizio studi della documenta­zione in tema di scuola e di beni culturali.

Per questa ragione, mentre sono certo che Giuliana sarà senz'altro lieta che gli studi del presente volume siano largamente ispirati a Giuseppe Mazzini, spero che ugualmente apprezzi la mia scelta di mettere in parti­colare rilievo, nell'ambito della sua multiforme attività, il servizio svolto come funzionario parlamentare, i cui tratti hanno impresso un'impronta fondamentale a tutta la sua esperienza professionale ed anche, per certi versi, esistenziale.

Quello di Giuliana in seno alla Camera dei deputati è stato infatti un cammino lungo, segnato dall'affermazione dei caratteri identitari della bu­rocrazia parlamentare: rigore deontologico, imparzialità, ricerca dei più alti livelli di competenza, dedizione all'istituzione, che, uniti in Giuliana ad un attivismo e ad una capacità di iniziativa fuori del comune, hanno reso la sua attività a Montecitorio unica, sempre intensa e impegnata, certa­mente mai banale.

Tale cammino, che si è meritatamente compiuto con il conferimento del titolo di Sovrintendente onorario dell'Archivio storico della Camera dei deputati, è poi proseguito al massimo livello fuori del Parlamento, quan­do dal Presidente Scàlfaro fu affidato a Giuliana, proprio in ragione dell'esperienza maturata quale consigliere parlamentare, l'incarico di con­sulente storico-archivistico con il compito di organizzare e guidare l'Ar­chivio storico della -Presidenza della Repubblica. Il periodo trascorso al Quirinale, proseguito negli anni della Presidenza Ciampi, è stato uno dei più produttivi e fecondi per Giuliana, consentendole di contribuire alla conservazione e alla trasmissione della memoria storica della più alta isti­tuzione repubblicana e di mettere al servizio del Paese, in modo disinte­ressato, una competenza matura, solida per l'approfondimento degli studi e delle analisi, oggetto di vasti riconoscimenti e apprezzamenti.

Ma l'impegno civile di Giuliana non resta confinato nel solo ambito istituzionale; esso si lega anche alla sua particolare vocazione educativa, che ne ha fatto la massima studiosa italiana di Comenio e di Korczak, da lei raccordati sapientemente a Mazzini nell'ottica dell'educazione alla li­bertà di coscienza. Così come va ricordata la vicinanza di Giuliana al mondo ebraico, nella sua dimensione italiana e internazionale: e non è un caso che la sua firma compaia tra quelle degli autorevoli sottoscrittori della dichiarazione di Oslo contro l'antisemitismo del 1983.

Se dunque questo volume è un dono che gli amici offrono a Giuliana, essi sanno di poter ricevere a loro volta il dono, altrettanto prezioso, rappresentato dalla stessa personalità di Giuliana, in cui convergono cu­riosità intellettuale, rigore di pensiero, vastità di interessi, profondità di sentimenti, spontaneità, simpatia, generosità. Ed è a nome di tutti gli autori dei saggi qui raccolti, sulla base di un'amicizia densa di recipro­che soddisfazioni, che rivolgo a Giuliana il più caloroso augurio di buon compleanno!

   

                                                                                                                                                                Ugo Zampetti

 

 
Copyright © 2008 Mazzini News. Tutti i diritti riservati.
Gestione sito: Antonio Stanziani
Oyun Oyna porno